Bollettino di ieri, 7 marzo 2022.

– Unicredit rischio default. Stamane non fa neanche il prezzo di apertura. Alla Borsa di Milano settori Bancari tutti a picco. Nel frattempo l’euro continua a perdere sul dollaro

– Il greggio Brent ha superato i 130 dollari al barile (+10%), battendo i picchi del 2012 di oltre 128 dollari. Mentre il Presidente serbo Vučić dice che il prezzo del petrolio nel mondo può crescere di 2-3 volte in caso di divieto di importazione dalla Russia 

– Future Petrolio Greggio WTI: 126,00 (+9%)

– Il prezzo dell’elettricità in Spagna sale di oltre 100 euro in un solo giorno e raggiunge il record storico di 544,98 euro per megawatt ( #chissenefrega tanto è in Spagna)

– In Francia il prezzo del diesel ha appena raggiunto i 2€ al litro (vale a dire una media di 120€ per un pieno) e i 2,50€ nella regione di Parigi ‐ 20% della popolazione francese – (#chissenefrega tanto è in Francia)

– In Italia si ferma la pesca per il caro carburante e rischio default di 500000 imprese. ( #chissenef… Ops)

– Il prezzo del nichel cresce del 60% in un solo giorno

– Dopo Michelin (che chiude quattro stabilimenti) anche Nissan annuncia la chiusura del suo stabilimento di San Pietroburgo nei prossimi giorni

– Future Dutch TTF Natural Gas: 192,55 (+20%)

– Il prezzo del gas in Europa sale a 3000 $ per 1000 metri cubi. Record assoluto. Mentre Gazprom ha dichiarato che è in grado di soddisfare tutte le richieste di fornitura di gas con contratti a lungo termine, dato che il corridoio ucraino è utilizzato al 100% in base all’accordo di transito. Eventuali aumenti del prezzo del gas non sono da imputare a Gazprom (TASS). Nel frattempo il vice primo ministro russo Alexander Novak dichiara che l’Europa sta spingendo la Russia verso un probabile embargo sulle forniture di gas attraverso il gasdotto Nordstream 1 

– La Russia si prepara al decoupling completo dell’occidente. Secondo l’agenzia Ifax, la Russia ha annunciato oggi che tutti gli accordi con aziende e individui di paesi “non amici” dovranno d’ora in poi essere preventivamente approvati dalla commissione governativa

– Secondo Lavrov, forte preoccupazione del Pentagono per la perdita del controllo dei due laboratori militari biologici statunitensi di Kiev e Odessa (sfuma forse l’obiettivo di una nuova ed imminente pandemia?). Intanto secondo il ministro della difesa della Federazione Russa, grazie a tali strutture, sono cresciuti in Ucraina casi di rosolia, difterite e tubercolosi. Morbillo aumentato di 100 volte. Nel contempo secondo Palù (presidente Aifa) si rafforza l’ipotesi che il virus sia sfuggito dal laboratorio di Wuhan.

Conoscere per difendersi ed evolversi:
◼︎ Gianluca Magi, Goebbels. 11 tattiche di manipolazione oscura, prefazione J.-P. Fitoussi, Piano B, 2021.
[Libro censurato da maggio a dicembre 2020]

◼︎ Iscriviti alla Newsletter d’Incognita per rimanere in contatto su appuntamenti e news.


Eventi

Comments

Ultimi video

Altri articoli