La storia di Adolf Heusinger (1897-1982): da generale del Terzo Reich a collaboratore con la CIA e presidente del Comitato militare della NATO.

Dopo aver combattuto durante la prima guerra mondiale, Adolf Heusinger (1897-1982) salì alle più alte gerarchie militari del Terzo Reich: con l’ascesa della Germania nazista e la presa del potere di Adolf Hitler, Heusinger divenne prima ufficiale dello stato maggiore generale, poi tenente colonnello, poi capo di stato maggiore generale dell’esercito.

Adolf Heusinger, come capo dell’Ufficio operazioni del quartier generale di Hitler, partecipò attivamente alla pianificazione del piano Otaria per l’invasione della Gran Bretagna, del piano Attila contro la Francia, del piano Abete per l’occupazione della Svizzera, del piano Maritza contro la Jugosla­via, del piano Barbarossa per l’invasione dell’URSS, delle operazioni per le invasioni di Polonia, Danimarca, Norvegia e Paesi Bassi, occu­pandosi inoltre della lotta contro i partigiani in tutta Europa.

Prigioniero degli Alleati dal maggio del 1945, Heusinger testimoniò durante il Processo di Norimberga.
Nel 1950 divenne consigliere per le questioni militari di Konrad Adenauer, primo Cancelliere della Germania Ovest.
Prestò servizio nel Blank Office, l’ufficio guidato da Theodor Blank, che divenne ministro della Difesa della Germania Ovest nel 1955.

In qualità di membro della Gehlen Organization – un’agenzia di intelligence fondata nel giugno 1946 dalle autorità di occupazione statunitensi nella zona degli Stati Uniti della Germania occupata nel dopoguerra – Heusinger collaborò a stretto contatto con la CIA su questioni politiche, militari e di intelligence di interesse per gli USA.
Nell’aprile 1961 fu nominato presidente del Comitato militare della NATO a Washington, il massimo grado militare dell’organizzazione, dove prestò servizio sino al 1964.

Questa, in sintesi, è la storia della carriera di Adolf Heusinger.
Una storia che a noi di Incognita fa riflettere.
E a voi?

Conoscere per difendersi ed evolversi:
◼︎ Gianluca Magi, Goebbels. 11 tattiche di manipolazione oscura, prefazione J.-P. Fitoussi, Piano B, 2021.
[Libro censurato da maggio a dicembre 2020]

◼︎ Iscriviti alla Newsletter d’Incognita per rimanere in contatto su appuntamenti e news.

Previous articleLa perversa strategia
Next articleL’ipocrisia
Previous articleLa perversa strategia
Next articleL’ipocrisia

Eventi

Comments

Ultimi video

Altri articoli