Aggiornamento Bollettino: terminano le scorte di grano, si svuotano quelle di grana.

Aggiornamento bollettino:
– Schizzano alle stelle le quotazioni del GRANO con un aumento del 40%. Il blocco dell’export dall’Ucraina di grano tenero, unito a quelli di segale, orzo grano saraceno, miglio zucchero e sale, condanna ad un rincaro dei prezzi dal 15 al 30% di pane, pasta, crackers, biscotti e dolciumi.

 -Il costo del MAIS ha sfondato il muro delle 400 € a tonnellata, con un rialzo di 75 euro rispetto all’ultima quotazione della scorsa settimana.

– TRASPORTOUNITO, DA LUNEDÌ STOP AUTOTRASPORTO.
A partire da lunedì prossimo, 14 marzo, le aziende di autotrasporto sospenderanno a livello nazionale i loro servizi ‘per causa di forza maggiore'” e cioè l’esplosione dei costi del carburante.

– In questi giorni sempre più stabilimenti cartari si stanno fermando e stanno riducendo l’attività, dopo mesi in perdita. Lo shock energetico condanna le cartiere bloccando l’intera filiera: imballaggi, carte igieniche, sanitarie, carte medicali, grafiche, riciclo. Non contenti, gli editori dei quotidiani chiedono ulteriori aiuti pubblici (dopo le centinaia di milioni ricevuti per raccontare balle sulla pandemia) per il rincaro del costo della carta.

– Assalzoo lancia allarme mangimi. Le scorte di materie prime per la produzione mangimistica basteranno per 20 giorni, dopodiché si ricorrerà all’abbattimento del bestiame nelle stalle.

– “Cogne Acciai Speciali” ferma alcuni reparti per limitare l’impatto degli aumenti di energia e nichel (addio agli acciai italiani).

– Ceramiche di Sassuolo: spenti i primi forni per il caro energia.

– La casa petrolifera Q8 lancia la sua nuova campagna di marketing. Per 25 litri carissimi di benzina ti danno un preziosissimo pacco di pasta. Rendetevi conto di cosa ci aspetta…

– Girteka Logistics, con sede in Lituania, la più grande azienda di autotrasporti in Europa per proprietà, ha annunciato di  “Sperimentare una certa carenza di carburante in Polonia”.

– Pilkington, il colosso dell’automotive, si ferma per una settimana. “Troppo alti i costi dell’energia”.

– Botta e risposta dall’Interno:
▪︎ Mentre il premier Mario Draghi, in un intervento alla Camera alla question time sul Catasto (che tra l’altro porterà un aumento medio del 128%), afferma che la soluzione per evitare nuove tasse sta nella “trasparenza” (???), la produzione industriale italiana di Gennaio (prima di inizio conflitto) sul mese precedente cala del -3,4% e del -2,4% su base annuale seguita da un aumento dei prezzi del 9,7% su scala mensile e del 32,9% su quella annuale.(#hastatoDragler)
▪︎ Mentre professori universitari esperti analisti, sono obbligati a fare atto di fede per partecipare ad un dibattito politico dichiarando di: 1. Parlare a titolo personale, 2. Non rappresentare nessuno, 3. Condannare l’invasione russa, 4. Stare con l’Ucraina,un bimbo pestifero, travestito da ministro degli Esteri, si aggirare per il mondo con lo scopo di: 1. Prendere sculacciate da Lavrov perché ingordo di vodka e caviale, 2. Giocare a chi dice parolacce più brutte a Putin, 3. Essere pubblicamente canzonato dal ministro degli esteri sinico perché in grado di confondere il Partito Comunista Cinese con lo Stato cinese.(#hastatoGigetto)
▪︎ Se in Russia ( dittatura con “bavaglio giornalisti” ) per le informazioni non allineate sulla guerra il rischio è 15 anni di carcere, in Italia (democrazia con libertà di stampa) per le informazioni non allineate sulla guerra il rischio è l’ergastolo. (Art. 265 Codice Penale)(#hastatoPutin)

– Botta e risposta dagli Esteri:
▪︎ La BCE, con un colpo di scena prende una posizione ancor più restrittiva, annunciando una fine anticipata del programma di acquisto titoli APP (creato per sostituire parzialmente il PEPP e tranquillizzare i mercati) e togliendo de facto la prospettiva di un eventuale calo dei tassi. Nel contempo il Ministero delle Finanze russo avvisa che la Russia rimborserà i debiti esteri in rubli (con la possibilità di convertirli in valuta estera quando le riserve russe di oro e valuta estera saranno sbloccate). (#hastatoPutin)
▪︎ Senza dare troppa importanza all’inflazione galoppante di febbraio (+7,9%), la Segretaria al Commercio USA, Gina Raimondo, avverte: “Se la Cina, come ogni altro Paese, non rispetterà le sanzioni imposte dagli Usa alla Russia, pagherà un prezzo alto”. La Raimondo, tramite la CNN, avverte Pechino che l’amministrazione Biden è pronta “a impedire alla Cina di ottenere apparecchiatue software americani o europei necessari a produrre semiconduttori” e “perseguendo qualsiasi azienda, ovunque si trovi, in Cina o altrove, che violi le regole” DELIRIO DI ONNIPOTENZA (#hastatoPutin)
▪︎ Mentre il governo europeo si affanna a censurare tutti i media russi, Meta Platforms consentirà agli utenti di Facebook e Instagram in “alcuni Paesi” (Lettonia, Lituania, Estonia, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania, Russia e Ucraina) di invocare la violenza contro cittadini ed esercito russo, consentendo anche le pubblicazioni “che chiedono la morte del presidente russo Vladimir Putin o del presidente bielorusso Alexander Lukashenko”, ma senza specificare il “luogo o metodo” (#pissenlov)

Conoscere per difendersi ed evolversi:
◼︎ Gianluca Magi, Goebbels. 11 tattiche di manipolazione oscura, prefazione J.-P. Fitoussi, Piano B, 2021.
[Libro censurato da maggio a dicembre 2020]

◼︎ Iscriviti alla Newsletter d’Incognita per rimanere in contatto su appuntamenti e news.

Eventi

Comments

Ultimi video

Altri articoli