La psichiatrizzazione del dissenso non è un fenomeno recente. Ce lo spiega il grande psichiatra Thomas Szasz (1920-2012). Con tagliente ironia.

La psichiatrizzazione del dissenso, la stigmatizzazione e il controllo delle persone con termini diagnostici psichiatrici non è un fenomeno recente. Ha radici remote.
Ce lo spiega Thomas Szasz in questo breve video che caricai anni fa – in tempi non sospetti – su YouTube.
Thomas Szasz – psichiatra il cui pensiero ha inciso sul mio percorso formativo – qui in pochi passaggi, caratterizzati anche da ironia tagliente, mostra come durante la storia il pensiero medico-scientifico (qui nello specifico, psichiatrico) non di rado si sia posto al servizio del Potere, creando dogmi inventati di sana pianta per legittimare il Potere. Dogmi poi smentiti nel tempo. Come Szasz riporta negli esempi.
Tre minuti e mezzo di visione investiti bene.
Conoscere è difendersi,
G.Magi

– Leggi e invita a leggere:
◼︎ Gianluca Magi, Goebbels. 11 tattiche di manipolazione oscura, prefazione J.-P. Fitoussi, Piano B, 2021.
[Libro censurato da maggio a dicembre 2020]

◼︎ Iscriviti alla Newsletter d’Incognita per rimanere in contatto su appuntamenti e news.

Eventi

Comments

Ultimi video

Altri articoli