Eventi

“Discussione” e “dialogo” non sono sinonimi. Né nella sostanza e neppure negli effetti. Ecco il perché. Un punto cruciale per gli abitanti del XXI secolo.

Discussione” deriva dalla parola latina “discutere”: “dis” significa “separare” e “quatere” significa “agitare con violenza”.
Separare le cose scuotendole con violenza per non ricavarne nulla: questa è l’immagine che genera l’origine di questa parola.
La discussione è l’espressione di un’idea frammentata, iper-specializzata del mondo. Come un orologio distrutto in tanti piccoli frammenti che non hanno più alcuna essenziale relazione d’insieme.

La discussione è una partita a ping-pong giocata al massacro, in cui le persone si ribattono idee avanti e indietro con lo scopo di vincere e guadagnare punti per se stessi. I temi discussi vanno quasi sullo sfondo e le temperature s’innalzano, sino a farsi bollenti, ustionanti.
Questo tipo di gioco “WIN-LOSE” – se io vinco, tu perdi – è promosso nel mondo dei social anche da chi sostiene di non farvi ricorso, nella fattispecie dal politically correct, che è una religione triste, subdola e sadica. Si creano fazioni e polarizzazioni da cui si ricava poco o nulla. Se non affaticamento, frustrazione e creazione di distanze; anche in caso di vittoria.

Dialogo” deriva, invece, dalla parola greca “dialogos”: “logos” significa “parola” e “dia” significa “attraverso”. L’immagine che questa origine genera è: un flusso di significato che scorre fra e attraverso di noi.
È l’espressione di un’idea unitaria del mondo. Come un orologio composto di parti differenti che hanno una relazione integrata l’una con l’altra. Da ciò ne risulta un’unità funzionante. Di cooperazione, cioè, letteralmente, di “operare insieme”.

Nel dialogo generativo, nessuno tenta di vincere. Si tratta di una situazione in cui tutti vincono: “WIN-WIN”. È una partecipazione comune, nella quale non stiamo giocando l’uno contro l’altro, ma l’uno con l’altro.
In un dialogo, tutti vincono. È un rapporto comunicativo finalizzato all’accrescimento delle potenzialità creative avanzate individuali e collettive.
Questa modalità comunicativa non viene oggi ormai più promossa né a scuola né all’università né tantomeno nei social: l’autorità liberticida e il neo-apartheid si stropicciano le mani; Goebbels, il diavolo zoppo, è soddisfatto dei suoi pronipoti putativi.

Lo stile di dialogo prodotto nel Gioco dell’Eroe e a Incognita significa “pensare insieme”, creare le condizioni di un atteggiamento nei confronti della realtà, dell’ambiente e dell’essere umano fondato sulla valorizzazione di assunti, giudizi, presupposti e convinzioni di natura individuale, personale e sociale.
Nel dialogo generativo ciascun partecipante è una parte che fa funzionare il tutto, come in un orologio. In cui si sperimenta l’esperienza della nostra interconnessione. È un modo per far fiorire un’intelligenza individuale e sociale più elevata. Per riuscire ad ascoltarci a vicenda. L’idea è che potremmo generare una specie di superconduttività sociale e molta energia nell’interscambio, pur mantenendo bassa la temperatura.
È un punto cruciale per gli abitanti del XXI secolo che vogliano coabitare nella stessa casa del pianeta Terra
.

Ecco, ripeto, questo tipo di dialogo generativo è alle fondamenta del Gioco dell’Eroe e d’Incognita.
Chi non è mai stato a Incognita toccherà con mano molto presto ciò che intendo, il 18 luglio per il Think Tank a Incognita dal titolo: “Psicopatologia del potere, paranoia e distorsione della realtà”.
Programma & Info: https://bit.ly/2Tc1Z9z
Segreteria di Incognita: 340.3820327
N.B.: I posti disponibili limitati sono esauriti. Aperta la lista d’attesa per eventuali defezioni.
Segreteria di Incognita: 340.3820327

❖ Letture consigliate:
▪︎ Gianluca Magi, Goebbels. 11 tattiche di manipolazione oscura, Prefazione di Jean-Paul Fitoussi: https://amzn.to/3umkWUn
▪︎ Gianluca Magi, Gioco dell’Eroe, Presentazione di Franco Battiato: https://amzn.to/2tSJXtz

❖ Consigliamo vivamente l’iscrizione al canale 𝗧𝗲𝗹𝗲𝗴𝗿𝗮𝗺 𝗱’𝗜𝗻𝗰𝗼𝗴𝗻𝗶𝘁𝗮 a chi vuole essere quotidianamente aggiornato: https://t.me/GianlucaMagiINCOGNITA



Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi video

Gli articoli più letti

Libri