La tecnologia ha trasformato l’uomo dalle origini dei tempi. Coltelli e frecce fatti di selce si sono evoluti in missili nucleari. Le pitture rupestri si sono evolute in programmi televisivi. Gli antichi insegnamenti di comportamento etico si sono evoluti in algoritmi che, assai presto, decideranno per noi che cosa vogliamo dalla vita, chi siamo e che cosa dovremmo sapere di noi stessi.

“36 stratagemmi” è un testo antico cinese per «lucidare la mente», per dirla con Funakoshi, il padre del moderno karate.
La sua antichità, che ha attreversato indenne i secoli, lo rende un testo necessario per sopravvivere nel XXI secolo.
Perché?
Perché oggi nel mondo inondato da informazioni irrilevanti, distraenti o false, la lucidità è potere.

Nel dibattito sul presente e sul futuro dell’umanità è assai difficile mantenere una visione lucida. Il mondo globale esercita una pressione senza precedenti sulla nostra mente, sui nostri comportamenti, sulla nostra etica individuale.
Big Data elabora algoritmi in grado, nel futuro prossimo, di instaurare dittature digitali in cui il potere è concentrato nelle mani di un’élite mentre la gran parte delle persone soffrirà più per la propria irrilevanza che per il proprio sfruttamento.

La tecnologia ha trasformato l’uomo dalle origini dei tempi.
Coltelli e frecce fatti di selce si sono evoluti in missili nucleari.
Le pitture rupestri si sono evolute in programmi televisivi.
Gli antichi insegnamenti di comportamento etico si sono evoluti in algoritmi che, assai presto, decideranno per noi che cosa vogliamo dalla vita, chi siamo e che cosa dovremmo sapere di noi stessi.

Che cosa è necessario insegnare dunque ai nostri figli?
Come vivere in un mondo dove l’incertezza non sarà un errore del sistema, ma la sua caratteristica?

Ancora per pochi anni, avremo facoltà di decisione.
Chi è incuriosito dalla sua vita, individuale e collettiva, potrà ancora indagare chi siamo davvero. Ma per cogliere questa opportunità, dobbiamo farlo subito.
Per non vivere a nostra insaputa. O in assenza. O a caso.

Tratto da una lunga intervista di undici o dodici anni fa, rimasta inedita (non ricordo per quale ragione), attorno a due libri:
◼︎ Gianluca Magi, 36 stratagemmi. L’arte segreta della strategia cinese, Presentazione di Franco Battiato, BestBUR, Milano 2019
Attenzione! Questo mio libro originale è il più parassitato della storia editoriale italiana, non si contano i pessimi cloni vecchi e recenti.

◼︎ Gianluca Magi, Gioco dell’Eroe. La porta dell’Immaginazione, Presentazione di Franco Battiato, con traccia audio per il download, Il Punto d’Incontro, Vicenza 2019.

◼︎ Iscriviti alla Newsletter d’Incognita per rimanere in contatto su appuntamenti e news.

◼︎ Unisciti al canale Telegram d’Incognita.

Eventi

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi video

Altri articoli