Summer School

A Blog entry picture

PROGRAMMA

8 settembre - Sabato
h. 10.00 - 18.00
Kit essenziale per l’immersione nell’OLTRE (a/r)
a cura di Gianluca Magi [filosofo orientalista]

Immaginiamoci, giocosamente, nelle vesti di un’équipe di antropologi giunti sul pianeta Terra da una galassia nell’oltre-spazio profondo. Missione: osservare, interrogarci e fare luce sulla condizione umana.

Che scenario si profilerà al nostro algido sguardo (né morale, né immorale, ma amorale)?
Quali stati di coscienza, labirinti, stazioni intermedie, regni interiori e mondi esteriori, piani di realtà, percezioni del mondo, convenzioni del pensiero e giochi mentali (consci e inconsci) dipaneremo per lo scopo della nostra missione terrestre?

Per un meta-sguardo, nudo e disincantato, polioculare e multifocale, oltre alla viva ricerca sul campo, attingeremo informazioni dall’imponente database cognitivo umano.
Ascolteremo, esamineremo e combineremo, ponendole intenzionalmente sullo stesso piano d’interazione, testimonianze che di norma sono tenute separate e distinte: ci verranno incontro una nutrita schiera di pensatori e filosofi (anche i buddhisti Yogācāra avranno parola), artisti, letterati, scienziati, etnografi, psicoanalisti, neuropsicologi e registi in grado di fornire ciò che occorre per incrociare gli elementi essenziali per una visione transdisciplinare sulla condizione umana, con un pizzico di humor, d’ironia e provocazione (ingredienti non secondari per la prospettiva aliena, dall’oltre).

Attraverso quella prospettiva dall’oltre, potremo realizzare - cioè rendere reali - ulteriori possibilità nell’al di qua?
Dare vita creativa ad altri mondi alternativi?
Immaginare nuovi fecondi spazi mentali umani (non troppo umani)?

Durante il corso di sei ore, interattivo a domande-e-risposte, verrà utilizzato anche materiale audio-visivo.
Il corso di 6 ore è propedeutico alla giornata domenicale a cura della prof.ssa Grazia Marchianò.

9 settembre - Domenica
h. 10.00 - h. 17.30
L'OLTRE nella condizione umana al di là dei dualismi occidentali
a cura di Grazia Marchianò [filosofo orientalista; Fondo Scritti Elémire Zolla]

Il corso di 6 ore si svolge in 4 sessioni di 90 minuti ciascuna, con brevi intervalli, tempo disponibile per domande e risposte e, se gli iscritti lo gradiscono, alcune frazioni di meditazione silenziosa. 

Due passi, il primo indiano antichissimo, e il secondo italiano e a noi più prossimo (che saranno esaminati in sede), scandiscono le tappe di un affondo nel senso integrale dell’OLTRE e nel RUOLO che la spinta all’OLTRE ha svolto nell’avventura creativa e cognitiva dell’uomo sulla terra da quando le sue mani modellarono immagini della natura vivente e di se stesso, i suoi occhi scrutarono le stelle, il suo corpo si riscaldò al primo fuoco, da quando l’offerta alle potenze del Cielo venne celebrata attraverso riti di propiziazione o di scongiuro, e l’uomo e la donna si sottomisero ai principi di una Legge rimasta da millenni inviolabile. Riassunti in cinque parole-chiave questi princìpi sono: VITAMORTEEROSSACRIFICIOPOTERE. Le declinazioni di quest’ultimo sono molteplici : MAGICO, DIVINO, SACERDOTALE, POLITICO, ECONOMICO, MILITARE, SCIENTIFICO, della STAMPA (appunto il 4° potere), del sistema pubblicitario e dei social , infine INTELLETTUALE nella misura in cui può esserlo in rapporto a tutti gli altri. Rimangono estranee alle declinazioni ‘mondane’ del potere, la spiritualità e la sapienza il cui antico carisma OGGI tramontato si rimodella ininterrottamente proprio grazie alla spinta inesorabile all’OLTRE che caratterizza il ‘programma’ biologico e cognitivo di Homo Sapiens e dei soggetti che verranno dopo di lui. 

Nel tempo a disposizione l’OLTRE sarà dunque sottoposto a un esame radicale come il marcatore inconfondibile dell’avventura umana a partire dal significato corrente che la grammatica assegna a questa preposizione-avverbio, ossia: al di làdi là da, più avanti - come nei composti oltremareoltremontanooltremisuraoltrepassamentoa oltranzaoltretombaoltraggio

Questi usi correnti nascondono tuttavia il pericolo di porre l’OLTRE da una sola parte nella prospettiva dualistica del sistema mentale che ci regge, dividendo i piani umano-divinocorporeità-spiritualitànatura-artificiomito-storiaservo-padronemente-cuore, come se fosse ineluttabile schierarsi verso il basso o l’alto, il dentro o il fuori , il pieno e il vuoto, l’essere e il nulla , l’uno-molti e lo zero. Ma è un inganno che va smascherato, e l’unico modo che ci è concesso per farlo nell’ «aiuola che ci fa tanto feroci» (Dante, Paradiso XXII, v. 151), è esplorare l’OLTRE in-sé-e-per-sé senza consentire alla mente, ai sensi, all’io che ci pilota nella veglia e nel sogno di schierarsi, condannandoci alla perpetua oscillazione tra incanto e disincanto, smarrimento, sofferenza e fugace felicità. 

Meditare sulla neutralità dell’Oltre conduce dunque all’indifferenza, al distacco cinico, all’ignavia e all’impotenza ? La risposta a queste domande è un piccolo seme impiantato nel profondo e sta a noi custodirlo come un talismano nelle tappe che il buddhismo tibetano indica come <partenza>, <cammino> e <mèta> . Nel romanzo filosofico di INCOGNITA le attraverseremo in 360 minuti una per una, senza sconti, con distacco lucido e immedesimazione.

PROFILO DOCENTI

Grazia Marchianò 
Nel suo lungo cammino di studiosa in Italia, India e Giappone, Grazia Marchianò ha elaborato in totale autonomia intellettuale una VISIONE EPISTEMICA delle <cose come sono> in senso fisico e oltrefisico che in questa Summer School assume la forma di un ROMANZO FILOSOFICO incentrato su un tema: LA RICERCA DELL’OLTRE che si presta più di altri a esprimere l’insopprimibile vocazione dell’uomo di ogni tempo e latitudine a spingersi dentro e al di là di se stesso da attore e testimone sulla terra di un’avventura indecifrabile. Marchianò ha riflettuto a lungo sul ruolo giocato dall’OLTRE nelle tradizioni spirituali di Occidente, Oriente e dei mondi indigeni, negli orizzonti mutati della condizione umana con l’avvento della robotica nell’odierna società globale, ed esplorando la chiamata all’OLTRE nelle testimonianze di mistici, di scienziati come David Bohm, Fritjoff Capra, Mani Bhaumik, di esploratori delle dinamiche della mente rispecchiate nei processi storici come I.P. Culianu, di cercatori pugnaci e solitari di verità come in Italia Elémire Zolla al quale Marchianò è stata apparentata nella vita e nella scrittura. 
Il suo contributo al progetto INCOGNITA sul tema dell’OLTRE si snoda dunque come un ITINERARIO DI CONSAPEVOLEZZA nelle <cose come sono>, rigoroso nella padronanza delle Fonti ma esposto nella semplicità di un colloquio da mente a mente e da cuore a cuore, nel senso che ‘cuore’ assunse lontano dalla filosofia europea nei contesti del pensiero indiano, cinese e giapponese di antica e vivente memoria. 

Venendo al profilo ufficiale di prammatica, Grazia Marchianò è stata professore ordinario di ESTETICA e STORIA E CIVILTÁ dell’ASIA ORIENTALE all’Università di Siena-Arezzo, dottore honoris causa alla Open University, Edinburgo, relatrice a convegni in Europa, Cina, Giappone, Stati Uniti, Australia. Ha praticato tecniche di meditazione shingon in un monastero buddhista a Koyasan ( Giappone), e di kriya yoga nella linea del maestro indiano Paramahansa Yogananda. Ha diretto collane di estetica e orientalistica presso gli Istituti Editoriali Internazionali, gli editori Rubbettino e Trauben, introducendo in Italia le opere di Ananda K. Coomaraswamy e Nisargadatta Maharaj. Responsabile del FONDO SCRITTI ELÉMIRE ZOLLA , cura e analizza dal 2012 l’opera omnia dello scrittore presso Marsilio, Venezia, e le Edizioni di Storia e Letteratura, Roma. Tra i principali titoli italiani: Il codice della forma; L’armonia estetica. Lineamenti di una civiltà laotziana; La parola e la forma; La creatività. Le basi poetiche della mente; La cognizione estetica tra Oriente e Occidente; Sugli orienti del pensiero. La natura illuminata e la sua estetica. In inglese: East and West in Aesthetics; Aesthetics & Chaos. Investigating a Creative Complicity; Introduction to Indian Aesthetics. Autrice di oltre un centinaio di saggi bilingui, ha partecipato ai convegni della Japanese Society of Aesthetics, Tokyo; Sydney Society of Aesthetics, Un. di Sydney; East & West Conference, Un. di Hawaii, Honolulu; Forum 2001 Foundation, Amsterdam; H. Kimmerle Foundation, Erasmus University, Rotterdam; Eranos Foundation, Ascona; Berendel Foundation, Oxford-Bucarest, allestendo seminari e convegni promossi dalla Associazione Italiana di Estetica (AISE), curandone gli Annali in 6 volumi; dalla International Society of Aesthetics e dall’Associazione Internazionale di Ricerca Elémire Zolla (AIREZ), da lei fondata e presieduta dal 2010 al 2012, dirigendo la connessa rivista Conoscenza religiosa. Nuova serie. Ha scritto sull’opera e il pensiero di I.P. Culianu, A. Daniélou, F. Capra, C.H. Waddington, T. Izutsu, M. Schneider, Yuval N. Harari. Ha firmato la voce ZOLLA Elémire nell’Encyclopedia of Religion, McMillan, New York 2004, e la biografia intellettuale di Zolla, Il conoscitore di segreti, Marsilio 2012. L’elenco completo degli scritti di ieri e di oggi è disseminato in decine di rivoli e non sempre facilmente accessibile. 

www.elemirezolla.org

Gianluca Magi
Ha insegnato Storia e religioni in Cina, Storia della filosofia e Sociologia della cultura indiana all’Università di Urbino «Carlo Bò». Considerato uno dei più brillanti e accreditati studiosi di filosofie e psicologie orientali, è autore di bestseller: la sua opera, tradotta in 33 Paesi, ha inaugurato diverse tendenze ed è fonte d’ispirazione in vari campi del pensiero.

Dal 2012 si dedica al Gioco dell’Eroe, un grande progetto di percorso evolutivo in numerose città italiane.

Ha fondato a Pesaro «Incognita», laboratorio d’eccellenza transdisciplinare d’Immaginazione, Filosofia e Arti, che dirige con Franco Battiato.

Tra i suoi titoli: il longseller I 36 stratagemmi e i bestseller Il Gioco dell’Eroe (entrambi con presentazione di Franco Battiato, Il Punto d’Incontro) e 64 Enigmi (Sperling & Kupfer); La Via dell’Umorismo (presentazione di Alejandro Jodorowsky); La nobile arte dell’insulto (prefazione di Michele Serra, Einaudi); Il tesoro nascosto (Sperling & Kupfer) e Lo stato intermedio (Arte di essere) scritto con Franco Battiato, libro che abbraccia gli ambiti cari agli autori: filosofia occidentale, filosofia indiana, filosofia cinese, buddhismo, sufismo, mistica, psicologia transpersonale, esperienze ai confini della morte).

www.giocodelleroe.it
www.gianlucamagi.it

INFORMAZIONI TECNICHE

La Summer School si svolgerà a Incognita.
Per ragioni legate alla disponibilità di spazio, la Summer School è a numero chiuso.

A metà mattina di entrambe le giornate, sarà offerto un genuino brunch vegetariano accompagnato dal pregiato tè cinese perle di gelsomino Drago-Fenice.

A conclusione sarà rilasciato il Certificato di partecipazione.

Per informazioni e iscrizioni, si prega di scrivere un’email a:
incognitasummer@gmail.com
Oppure telefonare al numero:
339.7450313

Per confermare la prenotazione, dopo aver inviato l’email, invieremo le coordinate bancarie per il versamento di una caparra di € 80 per persona.
Il saldo, previa sottoscrizione del modulo associativo Incognita (gratuito per i partecipanti alla Summer School), avverrà in loco.
Per eventuali richieste relative all'alloggio convenzionato, inviare una mail a: 
incognitasummer@gmail.com
Per la pausa pranzo potremo pasteggiare insieme in locali convenzionati.

Evento "L'OLTRE" su Facebook